fbpx

ACUFENI? POTREBBE ESSERE UN PROBLEMA ALLA MANDIBOLA

crackling-in-ear-1593730209-1.jpg

Ronzii e fischi alle orecchie sono un piccolo ma fastidioso problema e spesso un impedimento alla normale vita quotidiana.

Gli acufeni tendenzialmente non danno tregua di notte, appena ci si mette a letto ed il silenzio scende, iniziano a ricordarci in modo insistente che abbiamo un problema da approfondire.

La causa degli acufeni può essere associata al mal funzionamento della mandibola?

La relazione tra errata occlusione, problemi all’articolazione della mandibola, bruxismo e acufeni è stata osservata per la prima volta nel 1934 da James Bray Costen.

Il celebre otorinolaringoiatra si accorse che i pazienti lamentavano problemi all’orecchio ma l’apparato uditivo appariva completamente integro e sano mentre riscontrava problematiche alla mandibola.

Ad oggi, dopo quasi 100 sono stati condotti numerosi studi e la branca che si è specializzata sul malfunzionamento della mandibola è la Gnatologia.

Lo Gnatologo quindi studia tutte le relazioni che ci sono tra alterazioni della mandibola ed i distretti collegati che mostrano problemi specifici, come ad esempio:

Cefalea muscolo tensiva
Acufeni e ronzii
Dolori facciali e cervicali
Orecchio chiuso
Dolori all’orecchio
Blocchi dell’articolazione mandibolare
Bruxismo
Digrignamento
Alterazioni della postura
Alterazioni della vista
Vertigini
Nausea
Iperacusia

Tramite quindi appositi esami e terapie riequilibra la mandibola per contrastare la presenza e la comparsa di questi sintomi.

Come si collegano gli acufeni ed il mal funzionamento della mandibola?

Esistono connessioni tra i muscoli della mandibola ed il muscolo tensore del timpano.
Se la mandibola non funziona correttamente la tensione muscolare che si genera si estende all’orecchio. Qui può trasformarsi in acufene o instabilità motoria che causa nausea, vomito e cefalea.

Perchè la mandibola non funziona bene?

La perdita dei denti, i denti che si inclinano, masticare soltanto da un lato della bocca, digrignare i denti di notte (bruxismo) possono essere alla base di disturbi della mandibola e quindi uditivi come il ronzio o fischio all’orecchio dei quali, spesso, non si conoscono le cause.
Anche la sindrome di Ménière in realtà può essere associata a un cattivo funzionamento mandibolare. In questo caso si possono mostrare capogiri, vertigini e instabilità motoria.

Come si arriva allo Gnatologo?

Quando si avvertono acufeni il primo pensiero va all’otorino, ma durante la visita, quest’ultimo nota che l’orecchio è perfettamente funzionante ed a quel punto nasce la necessità di recarsi dallo gnatologo.

Presso la Smiledoc il Dott.Civero cura da oltre 15 anni i problemi gnatologici grazie a studi certificati e avvalorati da master universitari e percorsi di approfondimento con i maggiori esperti mondiali di problematiche mandibolari.

Se ritieni che i tuoi problemi siano associati ad un problema di malocclusione od un problema alla mandibola, che ad esempio fa rumore quando apri e chiudi la bocca puoi fissare un appuntamento di approfondimento.

Tramite appositi test clinici e kinesiologici, per testare quanto il problema influisca anche sulla forza o debolezza muscolare, in aggiunta ad eventuali esami radiologici specifici si giunge al percorso terapeutico più adatto che a volte consiste in un’unica manipolazione dell’articolazione ridando sollievo immediato al paziente.

Per Prenotare la Tua prima Visita Approfondita chiama lo 06.90.62.39.36

Il centro è a Monterotondo (Rm) in Via Sardegna, 7

Ampio parcheggio gratuito

Aperti tutti i giorni feriali


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Logo SMILEDOC

Informazioni

Smiledoc S.r.l.

Via Sardegna, 7 – Monterotondo (RM)

06 90623936

info@smiledoc.it

Direttore Sanitario: Dr. Civero Piernatale iscritto all’albo dei medici di Roma nr. 4556.

Smiledoc © 2018 - Tutti i diritti riservati